Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Informazioni sui cookie

Comunicato stampa: 22.03. - Invito per diminuire l’utilizzo della plastica - Vivere una settimana con meno plastica

“Attacco educativo” e serata informativa con partner locali sulla tematica della microplastica nelle nostre acque in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua 2019

Oggi, venerdì 22 marzo 2019, si è organizzato nel centro di Silandro una manifestazione interattiva sulla seguente problematica ambientale e mondiale: la microplastica si trova già in enormi quantità in fiumi e mari. Questa contaminazione è riscontrata anche nell’acqua potabile (Università di Minnesota 2017), nell’acqua minerale (Chemisches und Veterinäruntersuchungsamt Münsterland-Emscher-Lippe e Università di Munster 2017) e nelle feci umane. È per questo motivo che l’iniziativa “MahlZeit” vuole sensibilizzare per la tematica a ridurre il consumo di plastica nella quotidianità.

Volantino che è stato distribuito durante l'azione con idee per la riduzione di plastica, download >>

 

La degradazione naturale della plastica dura secoli ed è questa la ragione per la quale la plastica, se viene distribuita nell’ambiente, produce delle conseguenze disastrose. Nei prodotti per la cosmesi, come per esempio i prodotti scrub della pelle, vengono utilizzate piccole particelle di plastica come particelle esfolianti. Queste particelle a loro volta raggiungono, tramite l’acqua delle nostre case, i fiumi e di conseguenza il sistema alimentare.


In occasione di questa manifestazione, l’esperta e attivista ambientale Magdalena Gschnitzer ha parlato, durante una serata informativa nella scuola media di Silandro mercoledì 20 marzo, dell’impatto ambientale della plastica, mostrando brevi filmati dei progetti ultimamente realizzati. Nel sale marino, nei molluschi, pesci e altri alimenti si trova microplastica. Ma anche a causa del degrado e dell’abrasione di pezzi più grandi di plastica e dei tessuti di microfibra, si formata la microplastica, che finisce a sua e ancora una volta nell’ambiente.

È così che il giorno 22 marzo 2019 l’iniziativa “MahlZeit” in collaborazione del Comitato di educazione permanente di Silandro (Bildungsausschuss Schlanders), il Gruppo di protezione ambientale Val Venosta (Umweltschutzgruppe Vinschgau EO), la scuola superiore FOS-Marie Curie Merano, la oew Organizzazione per Un mondo solidale e assieme a tanti studenti vogliono porre l’attenzione su questa importante tematica. La presentazione davanti a una fontana pubblica non è stata una scelta casuale. Uno stand interattivo ha dimostrato tanti esempi di com’è possibile ridurre il consumo di plastica nella vita quotidiana. I passanti sono stati richiamati a ridurre il consumo di plastica, con un elenco di buoni propositi e consigli per raggiungere questo obiettivo senza dover fare grandi compromessi con la quotidianità.